Pilates per l'uomo

Pilates per l'uomo

Molte persone tendono a identificare il Pilates come una disciplina rivolta alla donna. È vero che quest’ultimo è particolarmente apprezzato dal pubblico femminile, ma pensare che non sia utile all’uomo è assolutamente sbagliato. Il paradosso, infatti, nasce dal fatto che questo metodo è stato messo a punto proprio sugli uomini, precisamente sui soldati, che utilizzavano macchinari ed esercizi fisici mirati alla riabilitazione degli infortuni subiti sul campo.

Andiamo a capire più nello specifico perché il Pilates è adatto anche agli uomini:

- Sviluppo completo della muscolatura e miglioramento delle capacità atletiche: si lavora sulla struttura muscolare profonda, cioè quella che non viene quasi mai stimolata attraverso gli “allenamenti fitness”. I muscoli superficiali, infatti, sono responsabili dell’irrigidimento dei movimenti e possono portare a problemi di postura. La continua pratica del Pilates aumenta il numero di movimenti che il nostro corpo è in grado di eseguire, migliora la flessibilità della colonna vertebrale e ne incrementa l’efficienza e la reattività.

- Forza e resistenza: si incentra tutto sul rafforzamento della “powerhouse”, la parte del corpo che comprende i muscoli addominali, dorsali, il diaframma­­ ­­­e il pavimento pelvico. Questa zona funge da cilindro di rinforzo per la colonna vertebrale ed è basilare per il bilanciamento, la stabilità ed i movimenti del nostro corpo. La continua attivazione della powerhouse aiuta a sviluppare una resistenza e una forza durevoli nel tempo e grazie alla fluidità dei movimenti potremo affrontare gli sforzi con un minore dispendio di energie.

- Maggiore percezione di sé: la pratica del Pilates accresce la consapevolezza di noi stessi e questo influenza positivamente il nostro modo di essere, sia fisicamente che mentalmente. In questa disciplina la mente è ciò che garantisce l’accuratezza di ogni movimento. Combinando la concentrazione e la respirazione con la fluidità ed il controllo dei movimenti, si giunge ad uno stato che potremmo definire meditativo.

- Miglioramento delle performance sportive: Pilates non è solamente fluidità dei movimenti, ma anche coscienza dei propri limiti e questo è il modo migliore per evitare problemi fisici. Ciò non significa porsi delle barriere: al contrario, questo metodo ci porta a scoprire noi stessi sempre con un’attenzione costante al nostro miglioramento. Per questo motivo è molto consigliato per chi pratica sport a livello agonistico, in quanto vengono ottimizzate le performance minimizzando il rischio di infortuni.

- Versatilità: avendo come scopo la continua e costante sperimentazione del nostro corpo, il Pilates risulta tutt’altro che noiosa ed è, grazie a un’ampia gamma di esercizi di vario tipo, consigliata alle persone di tutte le età. Gli allenamenti si personalizzano in base alle esigenze di ciascuno e al proprio stato di allenamento: si parte dalla persona, da sé stessi, e da qui si plasma un percorso di apprendimento ad hoc.

Per questi motivi è apprezzato da milioni di persone, perché non prescinde da età, sesso o condizione fisica. È una pratica adottabile in qualsiasi contesto e si adatta a ciascuno di noi.

 

Anna Cerati